Nel Comune di Lichtensteig, nel corso di diversi incontri con la popolazione (60+) e conferenze sul futuro sono state discusse e definite le varie esigenze della popolazione anziana.

La partecipazione è la chiave del successo per la promozione della salute in età avanzata

18.06.2021
6 l 2021
  • Sanità

Da tempo la promozione della salute non è più solo destinata alle persone anziane, ma viene fatta insieme a loro. L’esempio della cittadina di Lichtensteig (SG) ne è la dimostrazione.

Non tutti sanno che le persone di età compresa tra i 65 e gli 84 anni prestano assistenza informale con una frequenza due volte superiore a quella con cui la ricevono. Inoltre, le persone tra i 65 e i 74 anni dedicano più tempo al volontariato rispetto alle persone appartenenti a tutte le altre fasce d’età*. Le persone anziane forniscono un contributo indispensabile alla società, in tanti modi diversi: offrono aiuto a conoscenti o alle persone del vicinato, assistono familiari, fungono da mentori per le nuove generazioni o contribuiscono all’economia nazionale come lavoratrici e lavoratori, consumatrici e consumatori. Le persone anziane sono figure di riferimento importanti anche per i comuni.

Le persone anziane sono partner indispensabili per i comuni

Nell’ambito dello sviluppo e dell’attuazione di un piano d’intervento che promuove l’invecchiamento in buona salute, le persone responsabili a livello comunale possono contare sul sostegno di numerosi partner, tra i quali figurano i servizi specializzati del settore sanitario e sociale di comuni e cantoni, le ONG, le professioni del settore medico-sanitario e, non da ultimo, le persone anziane stesse.

In molti casi le persone anziane partecipano già in modo attivo all’elaborazione delle offerte di promozione della salute e sono considerate figure di riferimento essenziali per l’elaborazione, l’attuazione e la valutazione delle misure di promozione della salute in età avanzata. Il coinvolgimento attivo delle persone anziane nei progetti di promozione della salute consente di ottenere, tra le altre cose, una maggiore efficacia, equità e legittimità delle offerte.

Per essere efficace ed interessante, la  promozione della salute deve tenere in considerazione sia la necessità oggettiva da un punto di vista tecnico (dati e conoscenze specialistiche) sia i bisogni soggettivi del gruppo target (desideri e preferenze). Le offerte ottengono un riscontro e un impatto maggiori se risultano allettanti per il gruppo target e se sono strutturate in funzione delle sue esigenze. Chi meglio delle anziane e degli anziani stessi sa quali sono le loro esigenze e gli aspetti importanti da tenere in considerazione?

Le persone anziane sono un gruppo target estremamente eterogeneo. Non tutti gli individui anziani hanno le stesse esigenze e possibilità di avere uno stile di vita favorevole alla salute. La partecipazione delle persone anziane consente di adeguare maggiormente le offerte al contesto di vita del gruppo target e a promuovere così le pari opportunità. Inoltre, le persone anziane sono importanti moltiplicatrici e moltiplicatori nell’implementazione perché, come pari, hanno un accesso privilegiato ai cosiddetti soggetti vulnerabili.

Infine, le offerte possono essere giustificate meglio nei confronti del mondo politico e della popolazione se, oltre a essere efficaci sotto il profilo dei costi, sostengono i gruppi target in ciò che conta davvero per loro.

Un esempio pratico concreto

Il Comune di Lichtensteig pone sistematicamente l’accento sulle risorse delle persone anziane, spostando l’enfasi dai «deficit» che generalmente sono associati all’invecchiamento.

Questo cambio di paradigma avviene già sul piano strategico; la partecipazione, infatti, è considerata un principio d’azione centrale nella strategia generale del comune. Con questi presupposti, le persone anziane collaborano su un piano di parità con i servizi di riferimento e le figure professionali e vivono un’esperienza di stima ed empowerment.

Nella pratica sono state collaudate varie forme di partecipazione:

·       la città organizza eventi collettivi, mettendo a disposizione locali e servizi di ristorazione;

·       nel corso di diversi incontri con la popolazione (60+) e conferenze sul futuro sono state discusse e definite le varie esigenze. Contemporaneamente è stata promossa la messa in rete con la popolazione anziana del Comune;

·       su queste basi, le professioniste e i professionisti sviluppano offerte concrete insieme alle persone anziane;

·       i servizi di riferimento e le persone anziane si incontrano regolarmente nell’ambito della rete comunale «Netzwerk 60+ Lichtensteig» per coordinare le offerte per la popolazione anziana (si veda anche: reti comunali per incontri e movimento);

·       in collaborazione con la cooperativa Zeitgut Toggenburg, la città promuove l’aiuto di vicinato cercando di mettere in contatto persone che danno e persone che ricevono aiuto e formando così dei «tandem».

L’esempio di Lichtensteig dimostra che far partecipare le persone anziane non vuol dire solo chiedere i loro consigli e coinvolgerle nelle decisioni, ma anche dare a queste la possibilità di organizzare iniziative autonomamente. Per i nuovi progetti si ricorre inizialmente all’assistenza di figure professionali in modo da far partecipare anche le persone che non hanno esperienza nella gestione di progetti. Con il passare del tempo, poi, le persone anziane imparano a organizzare i progetti da sole, come nel caso del pranzo in comune per persone anziane con input tematico. In questo contesto sono stati creati anche dei gruppi di lavoro per tre progetti d’importanza centrale, con una persona anziana in ciascun gruppo incaricata di interfacciarsi con il comune.

 

Dominik Weber
Promozione Salute Svizzera
Responsabile Progetti Programmi

Informationen:

«Sfruttate le risorse dei gruppi target! Soprattutto le anziane e gli anziani più giovani hanno voglia e tempo di mettere le loro conoscenze ed esperienze al servizio della comunità. Tutto quello che dobbiamo fare è creare le giuste opportunità di partecipazione.»

Mathias Müller, sindaco di Lichtensteig 

Un nuovo strumento per i comuni

In un nuovo opuscolo, le attrici e gli attori comunali possono trovare risposte alle seguenti domande: Perché vale la pena promuovere la salute in età avanzata, sia per le persone anziane che per i comuni? Cosa possono fare i comuni? In che modo i comuni selezionati attuano la promozione della salute in età avanzata nel concreto?

La brochure fornisce diversi argomenti che illustrano i vantaggi della promozione della salute in età avanzata. Quattro aree d’intervento forniscono un quadro sistematico per la pianificazione e lo sviluppo della promozione della salute in età avanzata.

Il contenuto è stato elaborato in collaborazione con le rappresentanti e i rappresentanti comunali.

L’opuscolo si intitola «Vale la pena promuovere la salute in età avanzata! Argomentazioni e aree d’intervento per città e comuni» e sarà disponibile da settembre all’indirizzo http://www.promozionesalute.ch/basi/pubblicazioni/salute-in-eta-avanzata.